Silvia Romano

Dall’età di tre anni si esibisce per lo più nei teatri e a diverse manifestazioni canore. All’età di otto anni comincia a studiare pianoforte e verso i 16 sostiene l’esame di solfeggio al Conservatorio di Napoli San Pietro a Maiella. Dopo un periodo lungo di stallo artistico (si laurea nel 2005), nel 2007 riprende il filo interrotto entrando a far parte come prima voce della band post-rock / post punk Malgrado Silvia che, oltre ai diversi live (Jarmush Club, Shakti Club, Black Cat), partecipa nel 2010 all’Afrakà Contest e al Festival della Scultura e della Musica di Casandrino, quest’ultimo vincendolo. Conclusasi l’esperienza con i Malgrado Silvia, Silvia ritorna ad esibirsi “sciolta” in diversi locali (Up-stroke) e in alcune collaborazioni con Gennaro Romano dei Letti Sfatti con cui scrive il pezzo “L’animale”, presentato nel 2011 al concorso nazionale Bianca da Ponte arrivando tra i 20 pezzi semifinalisti, e duettato con Patrizio Trampetti  nel suo ultimo disco “Qui non si muove mai niente”. Nello stesso anno entra a far parte come prima voce della band L’Aria Dipinta, collezionando cinquanta date in giro per Napoli e provincia. Nello stesso anno entra a far parte della piccola orchestra Rete Co’mar. Oggi Silvia è voce solista della Rete Co’mar, collabora come pianista e cura le musiche del Delirio Creativo, compagnia teatrale diretta da Raffaele Bruno e scelta da Stefano Benni per i suoi laboratori.